Inizio


    I FIUMI
    Cotici il 16 agosto 1916
    […]Questi sono
    I miei fiumi

    Questo è il Serchio
    Al quale hanno attinto
    Duemil’anni forse
    Di gente mia campagnola
    E mio padre e mia madre.

    Questo è il Nilo
    Che mi ha visto
    Nascere e crescere
    E ardere d’inconsapevolezza
    Nelle distese pianure

    Questa è la Senna
    E in quel suo torbido
    Mi sono rimescolato
    E mi sono conosciuto

    Questi sono i miei fiumi
    Contati nell’Isonzo

    […]

    Giuseppe Ungaretti


Da bambina  andavo quasi ogni giorno con mia madre nelle campagne vicino il Pesipe per raccogliere legna o noci o per lavare i panni. Se penso alla voce di un fiume, è a quella del Pesipe che penso. Un fiumiciattolo, una fiumara. Però io , anche se in maniera contraddittoria, appartengo a questi luoghi. Qui hanno camminato mia madre e mio padre. Questo è Cortale per me. Un luogo dove non è facile vivere, ma da dove io ho imparato a guardare il mondo, come diceva un poeta. Si è di un luogo, tuttavia, se si parla con la gente  che vi abita. Ecco, io vorrei conversare,  avviare una sorta di corrispondenza con i miei concittadini. Per sentirmi in armonia, per dirla ancora con Ungaretti.

Un tratto del fiume Pesipe

Annunci

Un pensiero su “Inizio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...