Leghisti calabri


Dopo la scossa di terremoto dell’altro giorno, su Facebook una pagina ospitava i lai di tanti calabresi. A parte le giuste paure e apprensioni e il desiderio legittimo di essere informati, molti, soprattutto giovani, lamentavano che i telegiornali non avessero dato la notizia e invece avessero parlato dell’Abruzzo e degli altri fatti nazionali e internazionali.  Colpivano la mancanza di senso delle proporzioni, le punte di ostilità verso il Nord o le altre parti del paese che assurgevano agli onori della cronaca, la mancanza di solidarietà. “La Calabria non viene considerata”, “L’onda del Marsili arriverà anche in Liguria”, “Stanotte quando il terremoto ci ha buttati giù dal letto abbiamo acceso la tv e parlavano ancora dell’Abruzzo, e di cosa poi? che vogliono aperto il centro storico…ma che cavolo me ne frega!”, “Ce ne sbattiamo dei vostri tg faziosi, siamo un popolo  d’acciaio!”, eccetera. Nel leggere tali e tanti lamenti, a cui fa da pendant l’ormai frequente autocelebrazione  (noi siamo bravi i nostri luoghi sono stupendi, il nostro mare non è inquinato, la mafia esiste pure a Milano, ecc.), si prova  lo stesso disagio che si avverte quando si sentono alcune farneticazioni della Lega. Pur partendo da situazioni diverse, entrambe le posizioni fanno intuire che, per quanto concerne il sentire comune, un deserto serpeggia e si estende sempre più in Italia. In altri tempi il Sud si lamentava e scopriva che esisteva una questione meridionale. Ma l’operaio del Sud sentiva suo compagno quello del Nord, e – per tornare al terremoto – a me piace ricordare che nella desolazione dell’Irpinia per primo arrivò l’aiuto di Bologna. Oggi a piccoli ma veloci passi, nel Sud, oltre che nel Nord, ci sono ampi strati di popolazione che perdono il senso dell’essere e considerarsi paese.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...