Donne


Se la moglie ha un carattere forte maltrattarla non è reato, recita una recente sentenza. I giudici della Cassazione hanno ritenuto determinante per assolvere un marito il fatto che la moglie non fosse intimorita dai suoi maltrattamenti, ma solo “scossa, esasperata, molto carica emotivamente”. Qual è la logica in questa decisione? Dobbiamo essere atterrite, sconvolte, non capaci emotivamente  di reggere una situazione di sopraffazione? La verità è che per le donne è sempre tempo di stare in guardia, non è mai possibile pensare che sia finita l’emergenza, come dimostra non solo questa sentenza, ma la cronaca tutta che vede, per esempio, uomini non rassegnati a una separazione e che giungono persino ad uccidere le donne. Le si uccide, in fondo, perché si pensa che non siano persone, cioè sacre, non toccabili, ma solo oggetto prima d’amore poi di odio. Senza valore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...