L’odore della malavita


I giornali oggi sono ricchi di notizie importanti che riguardano la Calabria e la Lombardia a proposito della  ‘ndrangheta. Ci sono video, intercettazioni, riunioni al solito santuario di Polsi. Mi succede spesso, non so se per difendermi, di fare fatica a pensare che questi fenomeni criminosi avvengano nella regione in cui vivo. Anche la guerra, infantilmente, penso sempre che non sia vera, così come gli omicidi, ecc. Dov’è il mafioso attorno a me? Come riconoscerlo? Poi mi domando se il malessere continuo che mi accompagna ogni giorno, in qualunque posto mi trovi, non sia frutto di questa illegalità e violenza che attorno a me esiste e di cui la magistratura si occupa. La difficoltà che sento sul lavoro, l’ impossibilità quasi di essere normali, la disperazione che mi prende quando devo rivolgermi alle strutture sanitarie, lo smarrimento di fronte alla burocrazia, il sentire che non c’è in nessun luogo calabrese la certezza della norma, l’ansia con cui si vive ogni momento dell’esistenza, la violenza che sento caratterizza i rapporti persino al supermercato, forse tutto indica che io so dove vivo. Ah, una vita normale!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...