Il 2 agosto del 1980: dove eravamo


Vivevo al Nord e da una piccola radio locale davo lettura dei quotidiani. Con la voce strozzata leggevo di corpi straziati, di giocattoli spezzati, di persone che si recavano in vacanza e invece avevano trovato l’orrore sulla loro strada. Oggi, assieme a tanti altri, sono ancora qua a ricordare un dolore nazionale e una delle tante pagine della storia italiana rimaste misteriose, come se un paese potesse andare avanti non conoscendosi. Domani pare che dal governo nessuno si recherà a Bologna: una vergogna terribile, questa. Dove si può essere domani se non a Bologna?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...