Il bar di Colacino


Negli anni ’70, per le giovani donne di Cortale libertà è stato anche poter frequentare il bar di Colacino. La gentilezza di Raffaele, il suo buon senso, la sua garbata professionalità, uniti all’essere attento e vigile affinché nei suoi locali nessuno offendesse un’altra persona, hanno aiutato le ragazze di allora ad impadronirsi dell’esterno, dei luoghi pubblici. Là infatti si poteva andare tranquille, perché il gestore, ritenendolo normale e facendolo ritenere normale agli altri, garantiva il nostro stare nel bar e ciò ha contribuito alla nostra liberazione. Altri circoli o bar continuavano ad essere esclusivi o chiusi alle donne o attenti a perpetuare la sola frequenza maschile, il bar di Raffaele invece è stato il primo spazio pubblico che si è aperto alle donne e il luogo dove ragazzi e ragazze si sono frequentati normalmente e semplicemente. Più o meno contemporaneamente, le ragazze cominciavano ad andare in biblioteca ( ricordo un Domus mea! pronunciato da un allibito socio fondatore, ormai anziano, di fronte alla nostra allegra invasione, ma devo dire che questa  chiusura era ormai un anacronismo e che, ad esempio, il professore Saraceno ci accoglieva caramente e sorridente) e diveniva pure luogo di incontro la Villetta. Per noi ragazze degli anni ’70, la libertà è stata dunque anche avere “un bar tutto per sé” e tra i miei amici era usuale un motto: “Fina a lu bar de Colacinu, vau e viegnu cuomu nu cretinu!”, che può tranquillamente tradursi: “Vado tante volte al bar di Colacino, fino a stordirmi!”. Se nasceva addirittura un modo di dire, vuol dire che il posto faceva parte della nostra vita e in verità “andando e venendo” da là ci stordivamo di spensieratezza tutti i giorni, perché in quell’ambiente popolare stavamo a nostro agio, ragazze e ragazzi specialmente, ma anche giovani con adulti, vasciuoti e χiurisi. Per le donne, in particolare, quel bar è stato dunque un luogo di democrazia e questa non è stata una funzione di poco conto,visto che in alcuni paesi vicini ancora non si aveva questa opportunità. La storia è veramente strana e può operare anche attraverso l’intelligenza del padrone di un bar! Oggi, a Cortale, si sono aperti, oppure no, più spazi pubblici per le donne ?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...