Unità d’Italia e I Curtalisi


Leggendo la delibera comunale n. 03 del 17.01.2011, non colgo, pur sforzandomi, il nesso fra Unità d’Italia e il gruppo folcloristico I Curtalisi, a proposito del quale credo esagerato ( molto! ) usare la parola arte. Non capisco perché un’associazione di tale natura debba essere preferita ad altre più pregevoli espressioni musicali a Cortale esistenti, non capisco perché chi ci amministra ritiene che il gruppo abbia “funzione di tutela e custodia del patrimonio socio-culturale locale”, non capisco quale opera di volontariato ( forse a favore degli anziani?! ) esso svolga sul territorio comunale come invece la delibera recita. Quando però ministro per i beni culturali è Bondi, a cui nella delibera ci si richiama, può succedere di tutto: che si lasci crollare Pompei, a cui il mondo intero guarda con ammirazione, e che nei paeselli, sempre descritti come mollemente adagiati mentre in realtà stanno morendo per mancanza di uomini e di idee, le amministrazioni comunali, che adottano una politica asfittica e di parte, siano incoraggiate a promuovere il nulla culturale. Naturalmente, il “non capisco” è retorico: tutti sappiamo, ad esempio, che in Calabria l’ente pubblico è spesso utilizzato per avere agevolazioni, visibilità o addirittura finanziamenti, cioè soldi di tutti che potrebbero meglio essere spesi. Nella nostra regione, è un generale proliferare di questuanti associazioni che si autoproclamano culturali, le quali bussano alle porte del potere come nuovi clientes e che il potere accoglie ricevendo in cambio sostegno e consenso. Non faccio riferimento all’altra delibera concernente la banda musicale, pur ritenendo che il discorso da farsi sia pressoché lo stesso, perché le bande in passato hanno avuto a Cortale una qualche funzione collettiva e per una forma di affettuoso rispetto per i nomi di Maiuolo e Vallone, i quali hanno almeno insegnato a tutti noi che ” la musica è un’arte bella che commuove l’animo nostro per mezzo dei suoni, ecc. ecc “, cioè ci hanno con semplicità parlato della magia e sacralità delle note. Bisognerebbe poter spiegare cosa è stato detto e dato invece alla comunità dal gruppo folcloristico, se non la vuota retorica della Calabrisella. Io, come tanti, non sono una “calabrisella”, ma una calabrese.

Annunci

7 pensieri su “Unità d’Italia e I Curtalisi

  1. Gentile Italia,
    con tutte queste nequizie che si vedono strade strade, possibile che con I Curtalisi dovevate prendervela? Sono tutte brave persone, io le conosco!
    In ogni caso, adesso il comune vuole rendere navigabile il Corace e tutti staremo meglio, così dicono quelli dell’ufficio tecnico.
    Perciò io resto fiducioso e invito voi ad esserlo.

    Dha, dhaffore, dhafforente, dhafforente veru

    Mi piace

  2. Forse, chi ha scritto l’articolo non vive a Cortale.
    O forse ancora naviga in una totale IGNORANZA!!!!
    Son di Cortale e leggere tutto ciò non può che deprimermi..
    E poi se ha tutte queste convinzioni perchè non rende pubblica la sua identità?

    Mi piace

  3. Recita un vecchio detto ” fai bene e scordati”
    Sarebbe molto semplice replicare con l’esatto contrario di quanto è stato detto, mi limito solamente a dare delle informazioni utili a quanti volessero capire meglio.
    Visitate questo link:
    http://www.fitp.org/Lettera%20ai%20Presidenti%20%20Regionali%2001-12-2010.asp
    Leggendo capirete da dove è partita l’iniziativa, ma sopratutto qual’è lo scopo.
    In uno Stato democratico rendere pubblica la propria idea è cosa lecita.
    Certo se un pò più informati sarebbe meglio per tutti soprattutto per Cortale.
    Buona Lettura

    Mi piace

  4. Intendiamo aggiungere altre info a riguardo.
    Dell’iniziativa ne hanno parlato tutti i giornali e le tv Nazionali, guardate il link seguente:
    http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Menu-Utility/Video/index.html_399076734.html
    e se ciò non dovesse bastare vi indico il link che vi porterà al documento ufficiale del ministero.
    http://www.fitp.org/pdf/allegato%203-02-2011.pdf
    Buona lettura.

    Mi piace

  5. Salve a tutti, sono di Cortale ma vivo al nord da 20 anni. Volevo dare la mia testimonianza per esperienza vissuta e non per sentito dire. Ho incontrato I Curtalisi tempo fa sul lago di Como,assistendo ad uno spettacolo molto apprezzato. Cio’ che fanno non è la solita calabrisella come qualcuno dice, ma sono capaci di riproporre in maniera ineccepibile le tradizioni e gli usi del mio paese natale e in alcuni momenti commuovendo il pubblico. A chi scrive tanto male dico cosa propongono loro di meglio ed ai Curtalisi con forza ribadisco:continuate così. Cortale non potrà mai crescere se chi la vive si limita solo a scrivere e sminuire il lavoro altrui.
    Saluti Mimmo F.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...