La sbrazzata contadina


Sono cresciuta in una zona di Cortale abitata in prevalenza da contadini, i quali erano solidali fra loro, ma litigavano anche ferocemente. Le donne in tali situazioni accompagnavano il vivace gridare con le sbrazzate, dando un colpo sul braccio o, ed era una variante peggiore, sul sedere. Forse alcuni  ministri dell’Italia odierna sono passati dalle nostre parti, negli anni Cinquanta o Sessanta! Ricordo lo sguardo esterrefatto di mia sorella quando un giorno mi scoprì mentre, bambina, mi esercitavo allo specchio a fare sbrazzate, unendo ai gesti dei vigorosi tiè, tiè. Lunedì sera quell’antico allenarmi mi è tornato utile, perché di fronte al televisore acceso ho indirizzato sbrazzate a Emilio Fede e alle sue celebri bandierine, usate nel commentare altri risultati elettorali. C’era sul  volto del giornalista quello che Tacito nei senatori bollava come gusto di essere servi e a me si era proprio risvegliato dentro il furore dei contadini ed il loro piacere per lo sberleffo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...